Inside Marche alla BITESP 2019 Venezia

 

BITESP di Venezia (Borsa Internazionale del Turismo Internazionale) è la manifestazione di riferimento dedicata all’incoming e all’outgoing del turismo esperienziale.  Uno  dei principali  appuntamenti per i professionisti del settore turistico nazionale ed internazionale.

L’associazione Inside Marche è stata presente con uno spazio dedicato, rappresentando tutti gli operatori (agenzie turistiche) che vi sono associate. Grande successo e tanto interesse mostrato da parte degli operatori turistici straniere nei confronti della vasta e variegata offerta presentata.

Borsa MULA 2° edizione 2019

 

GRANDE SUCCESSO DI FORMULA  & NUMERI PER LA BORSA DEL TURISMO CENTRO ITALIA – MULA

56 tra  tour operator e grandi CRAL  arrivati dall’Italia e dall’Europa a Cingoli per la Borsa del Turismo MULA e 76 i  seller  che hanno partecipato al workshop lunedi 14; 15 i borghi e le città visitate, con itinerari che hanno attraversato piccoli comunità  e paesaggi meravigliosi all’interno di colline e montagne; più di 20 gli ospiti che hanno partecipato alle tavole rotonde,  14 i giornalisti e Blogger  di fama e testate nazionali,  oltre 10 000 le persone che si sono affacciate   nel “ Balcone delle Marche “ alle iniziative della Borsa del Turismo MULA.

Per gli organizzatori, l’Associazione di tour operator Incoming  Inside Marche, portare la Borsa del Turismo a Cingoli rappresentava una grande scommessa; un’organizzazione molto più complessa, soprattutto per  spostamenti e logistica; l’obbiettivo era quello di far capire ai opinion leader  che anche una città dell’entroterra come Cingoli, collocata a 631 metri sul livello del mare è centrale per conoscere le Marche.Un messaggio chiaro, che vuole contaminare  città e piccoli borghi dell’entroterra  che sono stati segnati dal terremoto del 2016, che si può ripartire con il turismo  in un solo modo: facendo rete.”

A Cingoli  si è voluto sperimentare  e ora possiamo dire con pieno successo,   un nuovo  modo di fare promozione    e cioè  quello che proviene dalla Base.  Dagli Operatori della ricettività locale che  in 11 aziende  si mettono in gioco ,  investono e ospitano i Buyers  per 4 giorni,  a 12  produttori e  commercianti  che offrono alimenti e vini di grande qualità ,  all’istituto Alberghiero  che prepara e  presenta piatti della tradizione Marchigiana, al Liceo Classico Linguistico Leopardi  di Cingoli  che  inizia con l’apporto di 25 studenti  ad avvicinarli al mondo del lavoro e impresa ( alternanza scuola – lavoro ) mostrando  la formazione alla professionalità del settore, alla Copagri e Cna  che   realizzano   nei giorni di sabato e domenica mercatini   di  prodotti alimentari e  artigianali, alla locale ProLoco  che organizza la tradizionale   fiera dei prodotti del Bosco,  a Cingoli 1848 e Cingoli 800  associazioni  di cultura e tradizioni locali che presentano i balli dell’800. ( quadriglia e saltarello marchigiano ) .

Il Comitato MaMa rapresenatnte di 55 comuni  della provincia di Macerata,  che  presenta  in uno stand  i cataloghi realizzati e inoltre i   Comuni di Matelica,  Apiro, Macerata, San Severino, Treia,  e regione Marche, che si presentano all’auditorium Santo Spirito   con tavoli istituzionali le proprie realtà .

Poi  Fabriano , Grotte di Frasassi, Matelica, Treia, Urbisaglia, San Severino Marche , Abbadia di Fiastra , la Basilica di San Nicola  che presentano e accolgono  i Buyers in visita .

La Regione Marche   (con l’assessorato e il Consiglio ) che  ha aderito  e  sostenuto  gran parte dei costi vivi  dell’operazione,  ma ha dato forza  all’evento  con la presenza dell’assessore   Moreno Pieroni , della dirigente Paola Marchegiani,   al  funzionario del turismo outdoor  Tersino Mazzini

L’amministrazione Comunale   di Cingoli che mette a disposizione  tutto il suo rilevante Patrimonio pubblico  con l ’Auditorium , il palazzo del Cassero , piazze, Corso  e  il patrimonio umano con Operai e la  direzione  con gli assessori Martina Coppari , Cristiana Nardi e il Sindaco Michele Vittori.

La Chiesa che  presta i magnifici locali  dell’Ex  Seminario Vescovile per realizzare il Work shop finale

I Comuni di Camerino, Cagli, Montefelicino, Treia , Sassoferrato, Urbino, Norcia, Osimo, Falerone Fermignano, Corinaldo, Petriano, Castelfidardo, San Paolo di Jesi, Falerone, Monte San Giusto , Penna San Giovanni, Matelica , Tavullia , Recanati, San Severino Marche, Monte San Martino, Massa Fermana  Amatrice,  Macerata e Urbisaglia  ne testimoniano la validità  e lo hanno sostenuto con i patrocini   dimensionando l’evento   tra le 4 regioni post sisma come si richiedeva.

Il Comitato Sisma Centro Italia ( Confindustria, CGL , Cisl, Uil ) che aveva sostenuto la prima edizione  e che ha fortemente voluto la continuità  dell’azione .

I Tour Operator legati a Inside Marche che investono  risorse  economiche importanti   pur di valorizzare e commercializzare il territorio unitamente ai Buyers  presenti  pronti per essere ambasciatori  del territorio nel mondo  nei prossimi mesi.

Gli incontri organizzati all’interno della Borsa hanno fortemente messo in luce l’aspetto della rete; l’importanza di fare sistema e conoscersi; una ragnatela  di rapporti avviata tra i relatori che hanno partecipato alle quattro tavole rotonde tematiche; hanno partecipato: Luca Facchini, Diego Mecenero, Marcello Stèfano, Armando Nanni, Giada Fabiani, Paola Marchegiani, Francesca Pucci, Martina Coppari, Cingoli 1848, David Buschittari, Stefania Monteverde, Laura Lanari, Serenella Marano, Antonella De Santis, Francesco Cangiotti, gruppo Saltarello marchigiano, Juliana De Brito, Giorgio Massei, Pietro Ripani, Alberto Tersino Mazzini,  Cristiana Nardi, Eleonora Taini e Paola Migliani, ; inoltre sono stati graditissimi ospiti il Vescovo Claudio Giuliodori, il Prefetto di Macerata Iolanda Rolli, il Commissario capo della Questura di Macerata Maria Raffaella Abbate, il Vice Sindaco di Cingoli Filippo Saltamartini e  con conclusioni finali del Sindaco  Michele Vittori.

Nelle discussioni sono emerse alcune proposte interessanti, come l’importanza di creare una rete tra le strutture sciistiche dei Sibillini con servizi, collegamenti delle piste  e promozione comune; parlare di cibo a chilometro ‘buono’ e no chilometro zero; l’importanza di far crescere e sviluppare una cultura dell’accoglienza; maggior  rispetto della natura e dell’ambiente anche dalle ‘norme burocratiche’; la sicurezza del cittadino (turista) come fattore di scelta turistica, oltre alle bellezze della Regione; l’importanza di utilizzare la cultura italiana in tutte le sue forme e declinazioni; conoscersi e conoscere per essere più forti e attrattivi.

Soddisfazione per gli organizzatori che hanno visto premiato il loro importante e faticoso lavoro attraverso il riconoscimento degli attori coinvolti; l’Associazione Inside Marche rappresentata da Luigi Settembretti e l’organizzazione degli incontri curata da Antonio Perticarini.

Macerata li 16  ottobre 2019.

RIASSUNTO BORSA MULA 2° EDIZIONE 2019

https://www.facebook.com/watch/?v=400839910586277&extid=STAq68TOncRfuZxe